Guida alla fotografia di Still life – prima parte

Guida alla fotografia di Still life
Tecnicamente il termine “still life” vuol dire “natura morta”. La fotografia Still life ha una caratteristica ben precisa: è dedicata a oggetti inanimati. Il suo scopo primario è quello di contribuire alla vendita di prodotti.
Essa deve rispondere quindi alle esigenze di comunicazione dei clienti, in quanto le immagini vengono usate per trasmettere un messaggio, per rendere visibile un prodotto o un servizio. Non risponde cioè a uno scopo puramente estetico.

Still Life: attrezzatura necessaria
La fotografia Still life necessita di alcuni elementi per poter essere realizzata in maniera corretta:

  • Macchina fotografica: che sia reflex o mirrorless non importa. Importante è che la macchina permetta di gestire autonomamente il triangolo dell’esposizione (tempo/diaframma/ISO);
  • Treppiede: è fondamentale utilizzare un buon treppiede al fine di poter stabilizzare efficacemente la macchina fotografica;
  • Fonti di luce: sono l’elemento più importante nella fotografia still life. Che si tratti di naturale o artificiale il saper sfruttare pienamente le potenzialità creative di una fonte luminosa è ciò che fa la differenza in questo genere fotografico. Come fonte di luce naturale possiamo sfruttare, ad esempio, quella proveniente da una finestra; mentre per le fonti di luce artificiale vanno bene sia luci continue che luci flash, monotorce o flash a slitta, piccole torce led e pannelli a luce continua. In base al tipo di fotografia che vogliamo realizzare si possono utilizzare diversi tipi di illuminazioni;
  • Sfondo: come detto per le fonti luminose, lo sfondo è l’elemento che riveste un ruolo centrale nella fotografia still life;
  • Telecomando di scatto remoto: nella fotografia still life è importante utilizzarlo al fine di non provocare spostamenti o piccoli movimenti della nostra macchina fotografica durante la fase di scatto.


Come impostare la macchina nella fotografia Still Life
Dopo aver posizionato la macchina fotografica sul treppiede, è bene avere chiaro che tipo di fotografia si vuole scattare perché, a seconda del tipo di scatto, la macchina andrà impostata in modo differente.
Si può utilizzare indifferentemente la modalità Manuale o quella a Priorità di Apertura, per quanto sia preferibile per un controllo accurato utilizzare quella manuale.

  • Diaframma: se si volesse realizzare uno scatto dove lo sfondo non detiene notevole importanza, allora si potrebbe impostare un diaframma relativamente aperto, tra f2.8 e f5.6. Al contrario se si volesse ottenere uno scatto completamente nitido si dovrebbe impostare il diaframma a un valore tra f8 e f16.
  • Tempo di scatto: anche questo valore varia a seconda della fotografia che vogliamo realizzare. Generalmente si utilizza un tempo di scatto relativamente rapido, o comunque quello che ci garantisce una fotografia correttamente esposta.
  • Focale: nello still life generalmente si usano focali medio-tele, ovvero almeno dai 50mm in su. I grandangoli, infatti, per questo genere di fotografia non sono le lenti migliori.


Lo fondo da utilizzare nella fotografia Still Life
Dopo aver scelto il soggetto da immortalare nello scatto e il suo tipo d’utilizzo (pubblicitario, e-commerce), esso viene posizionato su una superficie e contestualmente si sceglie lo sfondo.
La qualità del fondale su cui appoggiare gli oggetti è di fondamentale importanza e spesso determina la buona riuscita di una foto. Il fondale deve essere continuo, non deve presentare nessuno stacco visibile tra il primo piano e il fondo dell’inquadratura. Per ottenere un fondale continuo basta semplicemente curvarlo verso l’alto, dietro al soggetto.
A seconda del tipo di scatto che si voglia realizzare, si possono utilizzare semplici tavoli o veri e propri set fotografici con sfondi bianchi o cubi di luce.
Per le normali foto di catalogo a scopo descrittivo è preferibile scegliere fondali di colore chiaro; oltre a facilitare la leggibilità del soggetto, rendono facile lo scontorno digitale. Il fondale bianco è adatto a quasi tutti i prodotti; si può ottenere facilmente con un cartoncino bianco o con un pezzo di stoffa.
Per evitare che il soggetto proietti fastidiose ombre sul fondo si può impiegare come fondale una lastra di PVC opalino illuminata da dietro, oppure un tavolo luminoso. Le ombre saranno così schiarite (spesso completamente annullate) dalla luce bianca del fondo.

continua